«La sofferenza è via più sicura al Paradiso»

Nel mese di maggio, un pensiero su Maria, la nostra mamma del Cielo e maestra di vita spirituale. Perché? Perché è la Madre del Salvatore e lei può insegnarci, più di chiunque altro, la via che porta a Gesù. Rifletto in questi giorni su quella frase del vecchio Simeone: “Anche a te una spada trafiggerà l’anima” (Luca 2, 35). Afflitto da un acciacco della vecchiaia quasi continuamente doloroso (che però non mi impedisce di lavorare), ogni tanto mi lamento col Signore e poi penso che Maria, la Madre del Crocifisso, ha sofferto per tutta la vita la previsione del suo figlio lacerato dai flagelli e messo in croce a morire come un malfattore. Il pensiero di non essere solo nella sofferenza e che Maria ha sofferto molto di più per amore, mi sostiene, mi consola e mi indica la via al Cielo. San Francesco di Sales ha scritto: “La sofferenza portata con pazienza e amore è la via più sicura che porta al Paradiso”. Tutti abbiamo sofferenze fisiche o morali, incomprensioni, delusioni anche cocenti, fallimenti. L’aiuto di Maria e questo pensiero della sua sofferenza ci dia la forza di portare le nostre piccole e grandi croci.

Piero Gheddo